Wine&Thecity

Di ritorno da un weekend più che lungo, “sballottata” tra Milano e Torino, ad accogliermi ho trovato un invito speciale. Un invito che sa di coccole e dolcezze, una colazione al Grand Hotel Parker’s per l’inaugurazione di Wine&Thecity.
Una di quelle colazioni che vorresti fare ogni mattina, con terrazza vista mare. Dove il tempo si ferma e c’è chi ti versa il caffè Kimbo, chi ti fa riscoprire il latte di una volta grazie ai prodotti Berna, e chi ti riempie il piatto con cornetti e cuori di sfogliatella appena sfornate che profumano di buono. Dove non t’importa se fuori piove, perché non vuoi uscire, ma vuoi solo lasciare che lo sguardo cada tra il Vesuvio e l’isola di Capri, mentre sorseggi il caffè. Praticamente un sogno che Wine&Thecity mi ha regalato al momento giusto, anche se per queste cose potrebbe essere sempre il momento giusto!

Wine&Thecity
Ma se vi state chiedendo cosa c’entrano latte e caffè con Wine&Thecity, è molto semplice, vi rispondo subito!
Quest’anno ci sono tantissime novità e tra queste c’è l’idea di coccolare il pubblico di Wine&Thecity sin dal momento del risveglio, una piccola attenzione che fa una grande differenza… Che ne pensate?

A5E165C5-5CEC-4ADC-9494-7875356928A8
Quest’anno Wine&Thecity, la rassegna che celebra l’ebrezza creativa, è arrivata alla sua undicesima edizione, ed ha un programma fittissimo con tantissime novità.
Una delle novità più entusiasmanti è il tema di questa edizione, ossia il gioco, il cui evento centrale è “Il Segreto”. Un urban game ideato da Ciro Sabatino, che coinvolgerà i partecipanti in un’esperienza nuova ed entusiasmante, alla scoperta di luoghi poco noti.

“Tutto ha inizio con un manoscritto trovato in bottiglia… un enigma che vi toglierà il sonno. Vi ritroverete ad avere a che fare con persone strane, e sarete cotretti a cercare luoghi “segreti” e sorprendenti dove opera un misterioso serial killer. Ad aiutarvi, nell’impresa, uno strano ed insopportabile personaggio che si interfaccerò con voi attraverso Whatsapp, Facebook, Instagram e Twitter. Lui si chiama Antonio Scattero, ed è morto nel 2010. Ma questa è un’altra storia”

Curiosi di risolvere il mistero? Non vi resta che partecipare all’urban game, domenica 13 maggo, che trasformerà l’intera città in un campo da gioco.
Ma come vi dicevo questa è solo una delle tante novità, infatti il calendario di Wine&Thecity è fitto, e coinvolge ben 100 luoghi tra chiese, vicoli, locali, negozi della città. Dal 3 al 25 maggio, ci sarà solo l’imbarazzo della scelta, si alterneranno aperitivi in kayak, performance di arte urbana, sfilate, concerti, degustazioni, cene stellate in location suggestive, ma non voglio anticiparvi troppo… Potete consultare il sito di Wine&Thecity per essere sempre aggiornati sui programmi e su come vincere un volo per due persone grazie alla collaborazione con Aeroporto Internazionale di Napoli.
Intanto mi godo la colazione e vi auguro buon divertimento e buongiorno… Caffè?
Wine&Thecity

Casa Vitiello… Come a casa!!!

Vi confesserò un segreto, la domenica per me è SACRA!!!
La domenica è essere svegliati dal profumo della cucina di mia madre (che modestamente Cracco scansate), fare colazione pizzicando un po’ qui ed un po’ li tra le cose che prepara, con annessa “cazziata” per aver invaso il suo “regno”, scherzare con i miei fratelli mentre vediamo telefilm old style, e seguire la scia del profumo di mio padre che sa buono…
Insomma per me la domenica ha il profumo di famiglia e di cose vere!!!
Qualche domenica fa, però, Ornella mi ha trascinato fuori casa per portami a pranzo in un posto speciale.
Ornella in fatto di food è una garanzia!!!
Mi ha portato in un posto per me nuovo, che avevo visto in qualche stories su instagram, ma in cui non ero mai stata, Casa Vitiello!!!
IMG_8734
Casa Vitiello è il sogno di Ciccio diventato realtà, un ragazzo giovanissimo che ha fatto della pizza la sua arte e passione!!!

Casa Vitiello

Ciccio infatti non si è fermato alla concezione classica della pizza, ma ha sperimentato diversi tipi di farine creando  impasti nuovi come quello al finocchietto, al cacao, alla curcuma… Insomma Ciccio è sempre alla ricerca di innovazione!

Casa Vitiello
Le domeniche di Ciccio, in Casa Vitiello, sono spesso legate all’evento “Fuochi e Forno”, un progetto che prevede accanto a Ciccio la presenza di uno Chef per la creazione di una pizza a 4 mani, con ricette uniche ed irripetibili!!
La mia domenica in Casa Vitiello, ha visto le mani di Ciccio in perfetta sinergia con quelle del giovanissimo chef Domenico Stile , creando pizze che sono veri e propri viaggi tra i sapori.

Radici Clandestine
Prima di accomodarci a tavola però, abbiamo rotto il ghiaccio con un coloratissimo drink di benvenuto preparato dai simpaticissimi barman di Radici Clandestine.
Ed ora comincia il viaggio…

Casa Vitiello
Per cominciare “Montanara sole e mare”, già il nome è tutto un programma. Base fritta al finocchietto con stracciata di bufala, gambero rosso al Cardamomo, salsa agli agrumi, e schiacciata di patate al finocchietto. No non arricciate il naso quando sentite questi accostamenti, perché credetemi, è veramente un tripudio di sapori che ve ne farà desiderare almeno altre due o tre.
A Casa Vitiello non solo ti coccolano con il cibo, ma anche la dolcissima sommelier ci guida abbinando a questa pizza un Leonia Brut Marchesi Frescobaldi.

Casa Vitiello

Subito a seguire “Seppia alla diavola” fatta con impasto tradizionale con salsa all’Amatriciana, fior di latte di Agerola, seppia arrabbiata della Sinuessa e aceto balsamico. Ed anche qui il mio palato ha festeggiato!!! A questa pizza la sommelier ha abbinato un Aliè rosato di Toscana Marchesi Frescobaldi.

Casa Vitiello

Per finire “Coniglio e carciofo” con impasto base semola, coniglio cotto a basse temperature, carciofo arrostito, aglio nero e provolone del Monaco. Mica ve lo devo commentare?
Questa volta la coccola della sommelier è un  Vermentino Mossovivo Marchesi Frescobaldi.
Il dessert?

Casa Vitiello
Eccoci accontentate con “Spicchi di dolcezza”. L’impasto a base Curcuma con gianduia affumicata, mandarino, finocchio candito e gelato al finocchio, abbinato al Vin Santo Marchesi Frescobaldi, ed è subito paradiso!!!
Che dire la mia domenica in Casa Vitiello è stata una vera sorpresa, mi sono sentita davvero in famiglia. Coccolata in ogni momento e con sapori veri e decisi come quelli di casa.
E voi ci siete stati?

Bionditudine
Ovviamente Casa Vitiello è sempre aperta, ma le domeniche “Fuochi e Forno” sono da non perdere assolutamente!!!

ISTADARIUM

Questo Natale ho ricevuto in regalo un bullet journal e sulla copertina c’è scritto “Follow your dreams they know the way”.
Barbara Orazio e Marco Barel, sono questa frase fatta persona. Due meravigliose persone che con discrezione, pazienza e gentilezza hanno contattato me e tanti altri instagramers per realizzare il loro sogno, un calendario con 365+2 scatti di 365+2 persone e 365+2 emozioni. . . ma che di emozioni ne hanno trasmesse molte di più con questo progetto!
Non ricordo precisamente quando tutto questo è cominciato, ma so che una sera ho ricevuto il messaggio di Barbara, chiedeva un mio scatto e la partecipazione al progetto, e non ho esitato nemmeno per un istante, ho detto sì con tutto l’entusiasmo possibile. Ed è stato bellissimo ritrovarsi in una banda di “pazzoidi”!!! Abbiamo riso tanto, ci siamo supportati, confrontati e tutto questo perché Barbara e Marco ci hanno coinvolti in ogni singola scelta, ogni singolo progresso perché infondo il loro sogno è diventato anche un po’ il sogno di ogni singolo partecipante, e dopo tanta fatica (decisamente più loro che nostra) il sogno è diventato realtà!
Un calendario in carta ed inchiostro, che racconta l’Italia in maniera diversa, e riceverlo direttamente sulla mia scrivania, scartocciarlo, sentire l’odore di stampa, sfogliare ogni singola foto, riconoscere i tanti nomi di quelli che ormai sono diventati amici, scoprirne altri, trovare la mia foto tra le tante è stata emozione pura!!!  Un’emozione che si può racchiudere nella parola Istadarium.

Istadarium

Istadariu

Se volete acquistarlo o anche semplicemente conoscere meglio tutti i partecipanti potete spulciare il sito Istadarium.