Have a #DayBreak “Plana Resort”

Have a #DayBreak “Plana Resort”

Chi mi ha seguita ultimamente su Instagram è stato piacevolmente affascinato da un Resort in cui sono stata la scorsa settimana, il Plana Resort.
Il Plana Resort è uno di quei posti in cui non hanno bisogno di molte parole per conquistarti, anzi paradossalmente al Plana Resort a conquistarmi è stato il silenzio!!!
Eh sì perché non appena arrivata, lasciata l’auto nel parcheggio e mosso i primi passi verso la reception, la sensazione di RELAX mi aveva già pervasa.
Il plana Resort è il luogo perfetto per concedersi un Day Break, un luogo completamente immerso nella natura dove ritrovarsi, rilassarsi, sottrarsi ai doveri quotidiani per lasciarsi andare ai piaceri che spesso mettiamo da parte.
Il Plana Resort  si trova a Castelvolturno, non troppo lontano da Napoli, ma è come catapultarsi in una dimensione totalmente diversa.
Per una come me che è abituata a girovagare per il centro caotico della città di Napoli, ritrovarsi immersa nella natura dell’Ecoparco del Mediterraneo è magia.

I lodge, rivestiti in legno, con vista lago ti regalano l’atmosfera della baita di montagna, lontano da tutto dove l’unica cosa che conta è pensare a ciò che ti fa stare bene. . .

E al Plana Resort di cose che ti fanno stare bene ce ne sono per tutti i gusti.
Dopo essermi sistemata in camera ed entrata in contatto con la natura, è arrivato il vero e proprio momento delle coccole. Probabilmente qui al Plana Resort sarà giunta voce del mio amore per il cibo, ed infatti è proprio da li che sono cominciate le mie prime coccole.

Ho cominciato con un’entré composta da una sfogliata riccia salata, ripiena di salsicce e frarielli accompagnata da una spuma di mozzarella, il contrasto della croccantezza della sfogliata con la soffice spuma crea una piacevole sensazione al palato.

Come primo ho scelto tortelloni con brunoise ai funghi su crema di provola,  presentati come un fiore colorato nel piatto. Un piacere sia per gli occhi che per il palato.

E per finire mi sono concessa una gustosissima tagliata di carne adagiata su un letto di rucola e pomodorini.

Ma il menù è molto vasto e grazie ad Angelo (per chi non lo sapesse è il mio fidanzato) ho scoperto anche i piatti di mare. Vi mostro subito la sua scelta! Un’entré di capesante scottate su crema di castagne e porro fritto.

Come primo la scelta è caduta su uno spaghettone fresco con crema di crostacei e bottarga, una vera e propria esperianza sensoriale.

Come secondo, invece ha scelto triglia gratinata adagiata su melanzana e guazzetto di provola, da leccarsi i baffi.

Al dolce però, eravamo davvero pieni e soddisfatti, ed abbiamo preferito rinunciare, ma vi assicuro che c’era una vasta scelta di prelibatezze.
Ma dopo il magnifico pranzo è giunta l’ora del RELAX scritto a caratteri cubitali!!!

Mi scuserete se non ho documentato ogni singola parte del percorso spa, ma non mi sarei rilassata con il cellulare, (chi però ha seguito le mie Ig Stories, che caricherò di nuovo in questi giorni, ha visto com’è la spa).
Il percorso è cominciato con la meravigliosa accoglienza di due massaggiatrici che ci hanno fornito un comodissimo kit di benvenuto,  regalato 20 minuti di magia, con un massaggio antistress, in una camera addobbata con candele profumate, petali di fiori ed un soffitto pieno di lucine che sembra un cielo stellato.
Poi è stato il momento dell’idromassaggio a cui è seguita la sauna e la fish therapy.

Che dire un #DayBreak stupendo dove coccole ed attenzioni non sono mancate nemmeno per un istante.
Immagino che a questo punto vi starete chiedendo ma cos’è il DayBreak? La risposta è semplicissima!!! Il DayBreak è una formula adottata dai tantissimi hotel di lusso per regalarsi una giornata di relax, durante la quale è possibile usufruire di tutti i servizi, camera compresa durante le ore diurne.
Chiaramente hotel di lusso sono in tutta Italia e se avete voglia anche voi di provare un DayBreak vi lascio qui di seguito il link per cercare l’hotel di lusso più vicino a voi e perché no se vi è piaciuto il Plana Resort venire proprio qui. Questo è il link dove potrete trovare le risposte a tutte le vostre domande:  https://www.daybreakhotels.com/IT/it-IT

Plana Resort
Plana Resort
Plana resort
Plana resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort

 

Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort

 

Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort
Plana Resort

 

Fatemi sapere se anche voi vi concederete un #DayBreak, e se vi va raccontatemi le vostre esperienze!!!

FacebookTwitter

Cos’è la Bionditudine

Avevo già scritto un articolo d’introduzione a questo Blog, poi tra l’attesa di concludere la grafica e cose di cui non ci capisco nulla, il mio pc ha iniziato a fare i capricci, insomma per tutta una serie di eventi ho dovuto rimandare. Ma è stato un bene perché poi è successo che, ad un matrimonio, mi è stata scattata questa foto da un amico e…

11720282_10206931330785872_103203238_o
© @gaebal

Avevo già abbastanza chiaro il concetto di Bionditudine, ma la foto e il commento hanno aiutato a rimarcare meglio quello che avrei voluto trasmettere. Ebbene sì sono un’eterna sognatrice, ed ebbene sì sono un’eterna bambina (il mio fidanzato ora farà uno screenshot di questa mia ammissione). Continuo a stupirmi anche delle cose più semplici, anche davanti a cose del quotidiano, mi stupisco allo stesso modo giorno dopo giorno con lo stesso entusiasmo che ha una bimba, senza mai cadere in quella che è la famosa “routine”, bene credo sia proprio questa la bionditudine. Dunque, checché se ne dica, la bionditudine più che un colore è uno “State of mind”.
Qualcuno crede che appartenga esclusivamente alle signorine con i capelli color dell’oro, ma non è così… La “bionditudine” è dentro di noi, è un modo di essere e di sentirsi bene nonostante le difficoltà quotidiane… è un’essenza!!! Probabilmente esisterà anche un gene della bionditudine, chissà!!! Le persone “affette” da bionditudine, riescono a preservare la parte giocosa e bambina e non si prendono mai troppo sul serio, hanno una carica di entusiasmo ed ironia fuori dal comune. Non è raro trovare questo tipo di persone, quello che è raro, invece, è riuscire ad entrare nel loro mondo. Eh sì perché le persone “affette” da bionditudine ricreano un mondo dov’è custodita la propria “confort zone”… Quella “confort zone” dove trovano rifugio dedicandosi a ciò che amano e a ciò che gli dona serenità. Ecco è proprio quella tanto amata “confort zone” che voglio condividere con voi, in questo blog, all’insegna della bionditudine…

 

FacebookTwitter